Il percorso che ha portato Aboca a sviluppare Melilax è iniziato dallo studio dei testi storici custoditi nella Biblioteca Antiqua di Aboca Museum, uno “scrigno”di circa 1000 volumi a stampa, pubblicati tra il ‘500 e i primi del’900.

Grazie alla ricerca storica Aboca ha potuto riscoprire i numerosi vantaggi per la salute dell’uomo che possono derivare dall’impiego del miele: per le popolazioni del Mediterraneo antico il miele costituiva la “fondamentale sostanza medicamentosa”.

La sua preziosità era tale da assumere valenza divina: si credeva che il miele discendesse dal cielo e l’ape lo raccogliesse per farne dono agli uomini.

L’uso per via rettale risale al 1500 a.C.: gli Egiziani utilizzavano supposte contenenti miele. Mille anni dopo, Ippocrate descrive supposte di anice, mirra, grasso di capra e miele. Storicamente Ippocrate usava anche clisteri a base di miele per scopi lassativi e depurativi.

Re-interpretando le testimonianze storiche alla luce delle più rigorose acquisizioni scientifiche recenti e avvalendosi di tecniche analitiche avanzate, Aboca ha potuto valorizzare e verificare le proprietà del miele. Grazie all’impiego di tecnologie innovative è riuscita a sviluppare il potenziale di questa preziosa materia prima, realizzando un innovativo microclisma.

Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso – Aut. Min. del 26/05/2016